BOSCHI MINIERE FORNI


BOSCHI MINIERE FORNI

N. prodotto: ISBN 88 7385 072 3

Manlio Calegari, Carlo Simoni

Culture del lavoro nelle valli bergamasche e bresciane

cm 26x20, 126 pp., 185 ill.
© agosto 1994


Resti di strutture siderurgiche testimoniano, nelle valli bergamasche e bresciane, culture del lavoro legate alla fusione del ferro nei forni a carbone di legna, un metodo che i maestri fonditori locali a partire dal XV secolo esportarono nel resto dell’Italia e in Europa. Nel Bresciano già agli inizi del nostro secolo i forni da ferro erano poco più che un ricordo e il loro studio deve rivolgersi, oltre che a testimonianze materiali, ai trattati di mineralogisti ottocenteschi che conobbero da vicino la situazione locale o ai documenti e alle mappe conservate negli archivi. Nella bergamasca Val di Scalve, invece, i resti del forno di Schilpario e gli attrezzi conservati nel Museo Etnografico sono illustrati ai visitatori da ex minatori, boscaioli, carbonai che, a seconda delle stagioni e dei periodi della loro vita, hanno conosciuto i diversi mestieri della montagna. Mentre raccontano il museo raccontano se stessi, e insieme il loro paese e un mondo scomparso.

SOMMARIO
Introduzione -
M. Calegari, Il forno di Schilpario. Dai signorotti alla Falck - Testimonianze - E. Bonaldi, La memoria di un màister - A. Rizzi, I molti mestieri fra bosco e miniera - M. Agoni, “Le miniere le ho fatte passare tutte” - A. Rizzi, “Una diversità incalcolabile” - A. Spada, Boscaioli e carbonai - A. Mai, “Per capire bisogna anche un po’ immaginare” - C. Simoni, Forni da ferro nelle valli bresciane. Fonti, testimonianze materiali, ricerche


ESAURITO

15,49

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Tema: Storia - Economia - Lavoro
Zona d'interesse: Lombardia

Cerca questa categoria: Grafostorie

I clienti che hanno comprato questo prodotto hanno anche comprato

L’UOMO E IL BOSCO
18,08 *
*
Prezzi comprensivi di IVA, esclusa spedizione